FACCIA A FACCIA CON L’AUTORE: MASSIMILIANO MURGIA

Massimiliano Murgia

LARGO AGLI ESORDIENTI

Ospite di Faccia a faccia con l’autore, questa settimana é Massimiliano Murgia.

L’ho intervistato per saperne di più su di lui, le sue passioni, i suoi libri.

Andiamo a conoscerlo meglio.

Ciao Massimiliano, e benvenuto nel mio blog. Vuoi iniziare parlandomi un po’ di te?

Ciao Filippo!

Volentieri.

Sono nato a Pavia nel 1971, terminati gli studi tecnici ho svolto varie mansioni all’interno di aziende manifatturiere e attualmente ricopro l’incarico di referente acquisti e logistica in una storica società del settore elettrico.

Anticonformista, amante dello sport e della natura, tra i sogni non ancora realizzati c’è quello di potermi trasferire un giorno in una località di mare.

Tra gli hobby prediligo la lettura, il giardinaggio e il fai da te e, ovviamente, scrivere.

Be’ non ti fai mancare nulla. Allora parlami dei tuoi libri.

Siccome in precedenza ho avuto occasione di parlare ampiamente dei miei due libri di ambientazione storica “Lupo Triste” e “Legion X”, grazie a presentazioni a tema o interviste mirate, vorrei in questa occasione raccontare qualcosa di “Rinascita”, libro che non ha avuto al momento un gran riscontro di vendite ma che a livello di critiche e recensioni mi sta dando molte soddisfazioni.

Perfetto. A cosa ti sei ispirato?

Francamente non so dirlo esattamente.

In un periodo particolare della mia vita ho voluto parlare di un argomento, l’amore, che in quel momento sentivo molto lontano da me.

Ne ero quasi avulso e quindi ho cercato un modo per sentirlo in qualche modo più vicino a me, evitando di distaccarmene ulteriormente.

Ne ho dato una mia visione e libera interpretazione, senza essere stato in precedenza ispirato o indirizzato da letture di genere romance o sentimentali

E si riferisce a fatti o episodi della tua vita, che ti hanno colpito?

Non credo di essermi ispirato a qualcosa che ho vissuto in prima persona.

L’ambientazione, ad esempio, è per me totalmente sconosciuta, ma sicuramente il protagonista maschile del racconto ha molti miei lati distintivi, caratteriali e non solo.

Perché hai scelto questo titolo?

Perché la rinascita per me rappresenta un cambiamento radicale e ogni mutamento significativo nella nostra vita non può avvenire senza una nuova nascita, che non può mai essere indolore.

Per cambiare devi valutare, fare rinunce e prenderti dei rischi e difficilmente il risultato finale è perfetto e soddisfacente.

Per me vale la regola che ognuno di noi è artefice del proprio destino con tutti i pro e i contro che comporta il riuscire a dominarlo.

Per scriverlo hai avuto bisogno di approfondimenti?

Non in modo particolare se non qualche approfondimento legato all’incidente iniziale che proietta la protagonista in un mondo a lei sconosciuto e affascinante.

Per i personaggi ti sei ispirato a qualcuno di reale, o sono frutto della tua fantasia?

I personaggi sono frutto della mia fantasia, anche se, come detto in precedenza, il protagonista maschile racchiude molto del mio essere.

Quindi quanto c’è, di te, nel libro?

Direi che c’è molto, perché è quasi un voler tradurre in parole delle sensazioni, profumi, sapori che vorrei poter vivere in prima persona.

Scrivere ti permette di sognare, viaggiare e realizzare ogni cosa tu desideri e lo considero un privilegio questo oltre che una passione.

Cosa ne pensi della situazione editoriale italiana?

Senza volermi soffermare troppo su giudizi o commenti, dico solo che per trovare una casa editrice che mi dimostrasse serietà, per il mio primo libro ho cercato ovunque per tre anni.

In linea di massima ritengo che ci si debba affidare a chi non ti chiede contributi per pubblicarti e che ti dimostri di valutare veramente il tuo scritto.

Quali sono le tue esperienze con l’editoria?

Una volta che ho individuato la casa editrice che mi ha pubblicato “Lupo Triste”, ho continuato a proporre i due libri seguenti sempre a loro e me li hanno pubblicati entrambi.

Loro credono in me e io in loro.

Squadra vincente non si cambia per come la vedo io. Qui non si cercano risultanti eclatanti, ma piccole soddisfazioni che diano un significato al lavoro di tutti coloro che ne sono coinvolti.

Con quale slogan ti rivolgeresti al pubblico, per convincerlo a comparare il tuo libro?

Direi quello che ho inserito in quarta di copertina:

“Con Rinascita ho deciso di cambiare genere, dedicandomi a un progetto con una narrazione particolare: un libro dentro il libro e una storia all’interno della storia. Solo leggendolo, comprenderete il significato di queste parole.”

Molto intrigante, lo ammetto. Vuoi lasciare un messaggio agli utenti del blog?

Leggere è una delle cose che ho sempre adorato fare fin da piccolo e dalla lettura è nata la mia passione per la scrittura.

Oggi ci sono persone che leggono quello che io scrivo e credo di aver realizzato un mio sogno.

Il messaggio è semplice: credete sempre nei vostri sogni, solo così un giorno potrete realizzarli.

Dove possiamo contattarti?

La mia mail è max.murgia@libero.it

Su facebook ho creato una pagina per ognuno dei miei libri e, oltre al mio profilo personale, ho una pagina con il mio nome dove raccolgo le idee sparse nelle pagine dei libri.

La mia casa editrice è la 0111 edizioni e i miei libri sono tutti disponibili in versione cartacea e ebook in tutti i principali store online e nel sito della casa editrice.

Grazie Filippo, per avermi ospitato nel tuo blog e soprattutto per aver letto e recensito in precedenza i miei libri.

Il lavoro che svolgi con tanto impegno, per dare visibilità ad autori esordienti o sommersi, è encomiabile e credo meriti un apprezzamento particolare anche da parte dei lettori che ti seguono, non solo come blogger, ma anche come scrittore.

Ti auguro tutto il successo che meriti.

E io lo auguro a te, Massimiliano.

E con questo, salutiamo Massimiliano Murgia, augurandogli appunto di continuare floridamente la sua carriera di scrittore.

VI RICORDO…

… che chi fosse interessato a Faccia a faccia con l’autore, può contattarmi direttamente ciccando QUI.

 

 

 

Un pensiero riguardo “FACCIA A FACCIA CON L’AUTORE: MASSIMILIANO MURGIA

  1. Massimiliano. Grinta e modestia, un connubio perfetto. E’ come entrare in punta di piedi in un locale da ballo e riuscire a farsi notare per la propria …
    Comunque complimenti.

Lascia un commento