I SOGNI DI BARBARA

I sogni di Barbara

LA RECENSIONE DI OGGI

Titolo: I sogni di Barbara.

Autore: Valeria Nitto.

Genere: thriller.

Tipologia: romanzo.

Versione: cartacea.

 

Ricordo ancora le parole di un grande editore, che diceva: “Un buon personaggio lo riconosci durante uno scambio di battute, perché non hai più bisogno di dire chi parla. Lo capisci da solo”. 

Leggendo questo romanzo, ho finalmente avuto la prova tangibile di quello che intendeva dire.

Al di là della trama, direi che sono proprio i personaggi il piatto forte di questa storia, talmente vividi e reali da poterli quasi toccare, percepire, comprendere. L’autrice ha il dono di saper evocare volti, persone e sensazioni con poche, semplici parole; così diventa facile affezionarsi a Barbara, la protagonista, come viene naturale odiare Damiano, e nutrire un profondo affetto per il buon Enrico.

I dialoghi sono sorprendenti. L’autrice non si sofferma troppo nelle descrizioni, preferisce mostrare le scene attraverso le conversazioni, sempre brillanti e originali, che fungono spesso da fulcro per la vicenda. Non solo, ma aiutano a capire e tratteggiare le caratteristiche maggiori dei personaggi, facendoli emergere pian piano dalla fantasia.

É una lettura che, proprio per la sua struttura semplice e lineare, scivola via che è una bellezza, si rischia di finire di leggere troppo in fretta, per ritrovarsi malinconici, al momento di salutare i protagonisti.

Il colpo di scena finale, ammetto, mi ha sorpreso, grazie, di nuovo, a un’ottima caratterizzazione dei personaggi, talmente ben definita, che non da modo di capire fino in fondo chi sia il buono e il cattivo. Ti vengono in mente ipotesi, sospetti, certezze, che inevitabilmente rimbalzano sul muro di gomma creato dall’autrice.

In conclusione, queso è un libro che merita di essere letto e apprezzato, e del quale aspetto doverosamente un seguito.

Lascia un commento