FACCIA A FACCIA CON L’AUTORE: MARCO ISONE

Marco Isone

LARGO AGLI ESORDIENTI

Ospite di Faccia a faccia con l’autore, oggi é Marco Isone. 

L’ho intervistato per saperne di più su di lui, le sue passioni, i suoi libri.

Andiamo a conoscerlo meglio.

Ciao Marco, e benvenuto nel mio blog. Parlami un po’ di te.

Ciao, difficile parlare di se stessi, in specie quando si ha un carattere schivo come il mio.

Comunque, nasco in quella terra fucina di talenti che è la Campania.

Li, ho ricevuto la mia prima proposta editoriale: avevo quindici anni, ed era a pagamento. Rifiutata. Poi ho rivolto i miei interessi verso il teatro e la musica con discreta fortuna.

Ho avuto modo di conoscere personaggi come Alan Sorrenti, ed altri che non cito perché non viventi, che mi hanno aiutato ad affinare lo stile. Mentre la parte centrale della mia vita è stata dedicata all’economia, sino all’incontro con Maurizio Tartaglione, con il quale ho realizzato i testi di due corti: “Giulia” con le musiche di Gianluca Verrengia, che ha partecipato al Berliner Festival ed “Un Bambino Felice”, poi l’incontro con l’editore Moraglia per il quale scrivo.      

Benissimo. Ora parlami dei tuoi libri.

Quando mi sono affacciato nel mondo dell’editoria, in accordo con l’editore stesso e nella consapevolezza che il mio scrivere non è dozzinale, abbiamo deciso di partire con un testo “Mi-51”, che impattasse con il lettore in maniera pulita, onde abituarlo al modo stesso, nuovo, di proporre i testi, quindi una raccolta di racconti, secchi.

Il secondo “Alfa e Omega”, premiato con una citazione d’onore al premio Sant’Ambrogio di Milano e quinto al Premio Internazionale Città di Sarzana, è sempre, si, una raccolta di racconti, ma ne contiene uno più lungo, proprio per dare al lettore, la possibilità di abituarsi meglio.

Poi “Emme” che ha concorso al Premio indetto dal Casinò di San Remo, ed infine “Genesia”, presentato al Premio Campiello quest’anno.

E a cosa ti sei ispirato?

A tutti e a nessuno.

Si riferiscono a fatti o episodi della tua vita, che ti hanno colpito?

Assolutamente no, e anche se lo fossero non lo direi neanche sotto tortura.

Come mai hai scelto questo titolo, “Genesia”? 

Mi intrigava il nome.

Per scrivere questo libro hai avuto bisogno di approfondimenti particolari?

No.

E i personaggi si riferiscono a qualcuno di reale, o sono frutto di fantasia?

Fantasia, realtà?

Qual è il confine che le separa?

Quanto c’è, di te, in questo libro?

Tutto.

Le mie ansie, le mie paure, i miei dubbi.

Tutto.

Cosa ne pensi della situazione editoriale italiana?

Hai una domanda di riserva?

Quali sono le tue esperienze con l’editoria?

Editoria? Quale?

Quella di parte? Quella politicamente corretta?

Quella mediocre?

Quella che firma i propri testi con pseudonimi stranieri?

Con quale slogan ti rivolgeresti al  pubblico, per convincerlo a comprare “Genesia”?

E’ diverso, non è migliore, ne peggiore di tanti altri.

Semplicemente diverso.

Lascia un messaggio agli utenti del blog.

Leggete.

Dove possiamo contattarti?

Sulla mia pagina FB e sul sito marcoisone.it.

E con questo, salutiamo Marco Isone, augurandogli di continuare floridamente la sua carriera di scrittore.

VI RICORDO…

… che chi fosse interessato a Faccia a faccia con l’autore, può contattarmi direttamente ciccando QUI.

 

Lascia un commento