I RACCONTI DELL’INQUILINO

I racconti dell'inquilino

LA RECENSIONE DI OGGI

Titolo: I racconti dell’inquilino.

Autore: Andrea Frattali.

Genere: horror.

Tipologia: racconti.

Versione: cartacea.

 

L’inquilino.

Finalmente sono riuscito a dare un nome alla strana entità che ogni tanto mi parla nella testa, e mi obbliga a scrivere certi libri.

Scherzi a parte, l’inquilino di questo libro, o meglio, di questi racconti, non è che l’altra metà dell’autore, il suo lato oscuro, se così vogliamo chiamarlo. Ma questo non deve tranquillizzarci, perchè l’inquilino è dentro ognuno di noi, invisibile, silenzioso; possiamo sentirlo sussurrare, ogni tanto, magari non lo avvertiamo nemmeno, ma lui c’è. C’è sempre.

Ed è con questo spirito, con questa consapevolezza, che dobbiamo avvicinarci alle pagine del libro, alle storie cupe che contiene.

È stata una lettura davvero piacevole perchè l’autore, oltre ad affrontare temi e argomenti che mi appassionano da sempre, scrive molto bene, con uno stile che trascina pagina dopo pagina, e ti porta ad esplorare le profondità insondate dell’inconscio, e delle più buie paure umane.

Le sue storie strizzano l’occhio a grandi autori classici, come Lovecraft e Poe (e qui il mio rispetto sale alle stelle), senza tuttavia sfiorire in una narrazione che ricalchi la loro, piuttosto, seguendo una propria strada, diretta e imperturbata, che coniuga una scrittura fluida a tematiche da brivido.

Ogni storia lascia dentro una macchia, un segno, una ferita; una volta conclusa, viene naturale passare a quella successiva, senza però liberarsi dai dovuti interrogativi, o dalla riflessioni a cui, inevitabilmente, ci ha indotto.

Ritengo che questo libro rappresenti una lettura imperdibile per tutti gli amanti del brivido, ma anche un’occasione unica per scoprire un autore visionario, dotato di una forte potenzialità, che senz’altro merita di raggiungere ottimi risultati.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.