MA I GRANDI EDITORI PUBBLICANO ESORDIENTI?
Riflessioni / 8 luglio 2017

SCUSATE LO SFOGO… Chiedersi se i grandi editori pubblicano esordienti, e un po’ come domandarsi se domani pioverà. Il meteo in TV dice di sì, ma poi finisce per non accadere niente, o al massimo arrivano due gocce. Eppure è una domanda che mi sono posto spesso, e alla quale non sono ancora riuscito a dare una risposta. L’anno scorso, durante una delle mie innumerevoli scorribande sul forum del Writer’s Dream  (a proposito, vi consiglio di farci un salto, e se qualcuno ancora non lo conosce è invitato a fare immediatamente pubblica ammenda), mi imbattei in una discussione assai interessante. Si parlava, naturalmente, di pubblicazioni e manoscritti inediti. C’era l’editor di una grande casa editrice che sosteneva che molti autori non sanno scrivere, ed è per questo che non vengono pubblicati. A testimonianza della sua buona fede, comunicava agli utenti inferociti, che la sua casa editrice aveva da poco messo sotto contratto un ragazzo di sedici anni (sconosciuto), perché meritevole.